QN Welfare

valutazione stato di disoccupazione per sospensione mobilità ai fini ape precoci

Sono un lavoratore precoce attualmente prosecutore volontario dalla scadenza della mobilità. Durante il periodo di fruizione ho sospeso la mobilità per assunzione a tempo determinato (6+6 mesi) ai sensi art.8 co.2 L.223/91. In questo caso lo stato di disoccupazione viene considerato derivante dal licenziamento che ha attivato la mobilità o dal contratto a tempo determinato che l'ha sospesa temporaneamente? Dallo schema del testo del dpcm visto sul web non mi sembra ci siano informazioni utili a definire il caso. Ringrazio per l'attenzione.

 

Gentile signore, come lei sa fino ad oggi non è stato ancora pubblicato il decreto attuativo sulla pensione anticipata per i lavoratori precoci né, di conseguenza, la relativa circolare INPS, quindi per conoscere i dettagli di applicazione della norma è necessario attendere. Ad ogni modo, dalla norma si evince che l’interessato deve aver cessato di usufruire da almeno tre mesi dell’intera prestazione per disoccupazione spettante: quindi, il computo di tali tre mesi presumibilmente andrà verificato a partire dalla data di scadenza della mobilità.

Le consigliamo comunque, non appena saranno disponibili le indicazioni dell’INPS, di rivolgersi presso il più vicino ufficio del patronato INAS CISL, per una consulenza gratuita.

Può trovare l'indirizzo dello sportello Inas più vicino cliccando su "Cerca la sede più vicina".